BENVENUTO NELLO SPAZIO DI BIMBI MAI NATI

Questo sito, dedicato a tutti i genitori dei bimbi mai nati, ha lo scopo di offrire  informazioni psico-pedagogiche, burocratiche e legislative a coloro che hanno perso il loro piccolo prima della nascita e, in particolare, ai genitori che hanno subito la morte del proprio bimbo entro le 20 settimane dal concepimento.

Ad oggi, in Italia, la riflessione culturale sulla perdita del bambino durante la gravidanza è ancora molto scarsa, spesso tale evento viene sminuito e svuotato della sua valenza affettiva e psicologica e getta in un dolore inesprimibile molti genitori. Ancora,  la maggior parte delle persone (medici compresi) non sa che  il D.p.r. 285/’90 consente la sepoltura dei feti  e anche degli embrioni; l’assenza di informazione circa questa possibilità non lascia realmente liberi le mamme e i papà di scegliere come gestire questa dolorosa perdita e attraverso quali gesti elaborarla.

Le informazioni e le riflessioni raccolte in questo sito sono frutto della nostra esperienza di lutto, vissuta in seguito ad un aborto spontaneo avvenuto alla 9° settimana di gestazione, oltre che dell’esperienza professionale che Elisa ha in qualità di pedagogista.

La scelta di concentrare i contenuti del sito sulla morte dei bambini entro la 20° settimana di età gestazionale, e sui temi ad essa connessi, è motivata dall’aver vissuto in prima persona l’iter per riuscire a seppellire il nostro piccolo, e le varie difficoltà incontrate.
Il riferimento alla 20° settimana di gestazione è quello indicato nel D.p.r. 285/’90; solitamente i genitori che perdono il bambino entro tale termine non vengono informati della possibilità di seppellirlo (se hai perso il tuo bimbo prima che nascesse, ma dopo la 20° settimana di gestazione, ti suggeriamo di visitare il sito CiaoLapo, dove troverai molte informazioni importanti).

Con i contenuti proposti speriamo di aiutare altri genitori, affinchè

  • coloro che hanno appena perso il loro bimbo, attraverso informazioni di caratterre legislativo, burocratico e psico-pedagogico, siano davvero liberi di scegliere come affrontare il lutto;
  • quanti non hanno potuto/voluto seppellire il loro bimbo mai nato, conoscano iniziative e ricevano spunti di riflessione utili per elaborare il dolore della perdita.

 

Elisa e Luigi

 

 

Share